abc.it Apple Premium Reseller
Promo Microsoft Office 365 Personal

Microsoft Office 365 è in promozione a 49,90 € IVA inclusa nella versione Personal...

iPhone 5c

iPhone 5c scopri le caratteristiche e il nuovo coloratissimo design

...

Qualità e velocità grazie al PSO
Le procedure per certificarsi secondo il Process Standard Offset

Scarica l'articolo in formato Pdf (0,6 Mb)


Conclusioni

Guardando le tabelle di Fogra, sicuramente si è tentati di giudicare la certificazione come un esercizio tecnico, e da un certo punto di vista potrebbe anche essere così. Bisogna anche considerare che, oggi, gli applicativi di prestampa e le prove colore sono oramai standardizzate sul riferimento del Fogra 39 (offset piana per carte di tipo 1 e 2), e se lo stampatore vuole riprodurre velocemente le prove colore fornite, deve per forza stampare nelle modalità stabilite dalla norma Iso 12647-2. Le considerazioni della tipografia rumor sulla velocità dell’avviamento quando tutto è a norma, devono fare riflettere sui benefici reali che un’azienda tipografica può avere in termini di produzione quando tutto il processo di stampa viene mantenuto entro le tolleranze stabilite. Peraltro oggi esistono sistemi automatici (per esempio Alwan Print Standardizer) che permettono di seguire l’instabilità tipica del processo di stampa, mantenendo le curve di riproduzione tonale sempre all’interno delle tolleranze richieste dalla norma. Se ragioniamo in modo imprenditoriale, certificarsi vuol sicuramente dire cambiare il modo di produrre con maggiore velocità, sicurezza e competenza, indipendentemente dalla macchina di stampa in uso. In questi ultimi anni in Italia si è invece assistito a investimenti in capacità produttiva, con acquisti di macchine più grandi e veloci, più che in produttività del processo, e ciò non ha sicuramente aiutato il momento difficile che il mercato della stampa sta attraversando.

Contributi, risorse e download

Risorse

 

Aggiornato al 4 Luglio 2011